Spedizione gratuita a partire da 129€, altrimenti solo 6,90€

Confezione 3 bottiglie Verticale Terre di Lavoro Galardi

143,70 €

Non Disponibile

Scheda prodotto

Scheda prodotto
Formato (Litri)0.75

Terra di Lavoro 2012 - Galardi

Inverno mite fino a inizi febbraio dove una eccezionale ondata di gelo investe tutta l’Europa e fa nevicare in maniera copiosa anche da noi. Finale d’inverno piuttosto siccitoso ancorché freddo. Marzo caldo, finale da estate. Aprile freddo intenso. Maggio piovoso e fresco. Giugno avvio instabile. il 20 scoppia l’afa. L’estate è calda.

Un'annata così complessa sotto il profilo climatico porta a una vendemmia leggermente tardiva per consentire la corretta maturazione delle uve. Si vendemmia in due tappe 8/9/10 ottobre e poi 18/19. Il colore del Terra di Lavoro 2012 è quello di sempre cupo e intenso.

Panorama aromatico che va dai frutti di bosco a bacca rossa alle note balsamiche della resina con picchi speziati e una presenza vegetale. Immancabile la nota minerale, spina dorsale del Terra di Lavoro da sempre. Tannini spiccati vista la giovinezza del vino. Persistenza lunga, molto lunga.

Terra di Lavoro 2013 - Galardi

L’annata della vendemmia 2013 è segnata da una stagione climatica dominata dalle piogge: invernali, primaverili ed estive. Arriviamo a metà luglio con una consistente riduzione del carico di uve da rendere superfluo scendere in campo a diradare. Agosto fortunatamente è caldo: le uve hanno potuto beneficiare del Sole per concentrare gli zuccheri in maniera ottimale. Il Terra di Lavoro 2013 sta evolvendo velocemente in bottiglia regalando belle sensazioni ad ogni nuovo assaggio.

La caratteristica principale é la prontezza espressiva ed aromatica principalmente orientata sui sentori dei frutti a bacca rossa con intrusioni aromatiche nel fresco e balsamico sottobosco. Questa annata si fa notare per un corpo prorompente indice della propria volontà di supportare il lavoro necessario per invecchiare lungamente. I tannini sono importanti ma mai aggressivi. Le componenti aromatiche, in piena fase evolutiva, sono quelle di sempre, con le vene minerali, le tessiture balsamiche e fruttate in continuo progresso durante la lunga degustazione supportata dalla ancor più lunga persistenza.

Terra di Lavoro 2015 - Galardi

La annata 2015 è caratterizzata dal caldo, particolarmente intenso nel mese di luglio, e dalle scarse precipitazioni: un clima ottimale per produrre vino.

Il Terra di Lavoro, frutto di questa stagione, presenta alla vista un rosso granato denso e compatto al limite dell’impenetrabile; appena violetto sull’unghia. La ricchezza strutturata delle note olfattive si evidenzia scoprendosi nelle sue varianti ad ogni successivo passaggio dal bicchiere. L’aroma è quello classico: terra umida, ciliegia, prugna e grafite. Al rilascio il naso è colmo di eleganti note balsamiche di eucalipto e pepe nero.

Al palato la sensazione è di un vino materico, polposo, ricco. Le note fresche rappresentate dagli eleganti tannini e dalla indispensabile acidità creano la struttura di questo sontuoso vino per bilanciare e armonizzare. Nonostante la giovinezza (è vino da dieci e più anni di invecchiamento) l’equilibrio dimostrato è notevole. Le lunghissime sensazioni finali e retrogustative sono di soddisfazione e appagamento.